OMAN, MERAVIGLIE E TRADIZIONI

Fort Nakha

Fort Nakha

Bilad Sayt

Bilad Sayt

La costa del Musandam

La costa del Musandam

 

OMAN, MERAVIGLIE E TRADIZIONI - CODICE ISPIRAZIONE DI VIAGGIO: NM4OMM18

Le cose straordinarie da vedere in Oman, sono davvero tantissime e il fascino sconfinato che si racchiude in questa terra è qualcosa di unico. Dai souk alle fortezze, dalle scogliere selvagge agli incantevoli fiordi d’Arabia, fino al deserto e al suo incredibile Quarto Vuoto. Imperdibile lo spettacolo delle grandi testuggini marine che ogni anno si recano sull’isola di Masirah (30 mila esemplari ogni anno) per deporre le uova. L’Oman è una spremuta di storia, leggenda, mistero di paesaggi straordinari che profumano di avventura. Un quadro dai colori vividi, che si si fondono armoniosamente dalle sfumature rosso-dorate del deserto e al blu-turchese dell’Oceano. Ma l’Oman è anche la terra della regina di Saba, dove nasce la preziosa essenza dell’Amouage, (la profumazione più seducente e costosa al mondo). Senza dimenticare il misterioso e torrido Quarto Vuoto. Il Rub'al-Khali occupa la parte meridionale del Sultanato ed è chiamato Quarto Vuoto, perché copre un quarto dell'intera penisola arabica. Oltre a essere uno dei posti più aridi e inospitali della terra, rimane anche uno dei luoghi più inesplorati e affascinati del creato. Ma non ci si ferma mai, in una terra che offre così tanta bellezza, perciò si prosegue verso l’antico mercato del bestiame di Nizwa, (un’esperienza davvero unica e insolita), e si continua con il forte di Nizwa, prima di raggiungere al Hamra e Bait al Saah. Pronti per un’altra avventura e partenza in 4x4 verso Misfah, città incastonata tra un grande canyon e un verdeggiante e rigoglioso palmeto. I panorami che si presentano maestosi ai viaggiatori sono un concentrato di fascino e meraviglia. Impareggiabile una giornata a Sur, dove si visita il mercato del pesce e il Wadi Shab, uno dei corsi d’acqua più spettacolari dell’Oman, ma altrettanto imperdibile la scoperta della splendida capitale Muscat, (tre chilometri quadrati, fitti di cose interessanti da vedere: il vivace mercato, la moschea del Sultano e la sua residenza, il museo Baiy al Zubair), e infine un immancabile e suggestivo tour in barca al tramonto. Il nostro viaggio pindarico nella magnificenza del Sultanato continua poi verso la costa di Batinah, e l’antico villaggio all’interno di un rigoglioso palmeto. Ma il pezzo forte è decisamente l’incantevole deserto di Wahiba Sands. Da lì si visita anche il Wadi Bani Khalid, un caldo bacino naturale di acqua turchese e quindi un’ottima cena accompagnata dalla calda brezza e una notte indimenticabile sotto il cielo stellato del deserto.  Un’esperienza senza pari!

Vi aspettiamo per farvi innamorare dell’Oman!