BRASILE DEL NORD-EST: DUNE E LAGUNE

Il deserto bianco

Il deserto bianco

16 giorni 14 notti

Lago Tatajuba

Lago Tatajuba

16 giorni 14 notti

Brivido 4x4

Brivido 4x4

16 giorni 14 notti

 

BRASILE DEL NORD-EST: DUNE E LAGUNE - CODICE ITINERARIO: NM3BRS003

16 giorni 14 notti

1° giorno / Italia – San Paolo

Partenza dall’Italia nel pomeriggio con voli di linea per San Paolo via scalo intermedio. Pasti e pernottamento a bordo.

 

2° giorno / San Paolo – Fortaleza

 Arrivo a San Paolo al mattino, espletamento delle formalità d’ingresso e proseguimento con volo di linea per Fortaleza. Arrivo a Fortaleza in tarda mattinata, accoglienza da parte dell’organizzazione locale e trasferimento all’hotel. Pomeriggio libero da dedicare ad attività individuali o al riposo. Pasti liberi. Pernottamento in hotel.

 

3° giorno / Fortaleza – Mundau

Dopo la prima colazione partenza in 4x4 lungo un tratto di strada asfaltata di circa 50 km, che costeggia il lungomare di Fortaleza, fino alla spiaggia di Cumbuco. Si prosegue sulle spiagge più affascinanti della Costa do Sol Ponente del Ceará: scenari fantastici di mare e sole, bianche spiagge isolate e piccoli centri turistici, paradiso di windsurfers e kitesurfers che ci accolgono con lo sventolio multicolore di vele e aquiloni. Arrivo alla paradisiaca spiaggia di Lagoinha e sosta per il pranzo in un ristorante locale. Nel pomeriggio si continua con l’off road lungo le spiagge fino al villaggio di pescatori di Mundau. Visita alle ricamatrici che offrono il tipico artigianato della regione. Tramonto sulle dune che dominano l’estuario del Rio Mundau. Pasti liberi. Pernottamento in pousada.

 

4° giorno / Mundau – Praia do Preà – Jericoacoara

Dopo la prima colazione si prosegue con i 4x4 in direzione di Jericoacoara lungo la Costa do Sol Ponente. Si percorrono strade sterrate secondarie che richiedono l’attraversamento in zattera del Rio Mundau e del Rio Trairi, tra i tipici paesaggi del “sertaõ”, l’arido entroterra del nord-est brasiliano. Sosta sulle spiagge di Baleia Caetano ed Icaraizinho. Poi sull’asfalto fino alle cittadine di Acarau e Cruz, per tornare sulla spiaggia a Praia do Preá. Pranzo libero in ristorante locale. Nel pomeriggio si prosegue in 4x4 costeggiando il Parco Nazionale di Jericoacoara. Arrivo nella mitica Jericoacoara, considerata la spiaggia più affascinante del Brasile. Cena libera e pernottamento in pousada.

 

5° giorno / Jericoacoara – Lagoa Azul – Lagoa Paraiso – Jericoacoara

Dopo la prima colazione ci si avvicina con le 4x4 alle dune del Parco Nazionale di Jericoacoara. Camminata tra dune mobili e lagune dalle acque color smeraldo fino a raggiungere la Lagoa Azul, bagni e relax. Si continua in 4x4 fino alla paradisiaca Lagoa Paraíso. Pranzo libero. Nel pomeriggio rientro a Jericoacoara per il tramonto sulla duna “do Por do Sol”. Cena libera. Pernottamento in pousada.

 

6° giorno / Jericoacoara – Tatajuba – Camocim – Parnaiba – Delta del Rio Parnaiba

Di buon mattino camminata sulla sommità del Serrate, la collina che protegge Jericoacoara dall’avanzare delle dune mobili, fino alla Pedra Furada, il grande monolite simbolo di Jericoacoara. Partenza in 4x4 per percorrere 30 km di sabbie bianche, dune e boschi di palme da cocco che conducono fino a Tatajuba, la più vergine e incontaminata spiaggia di questo litorale che giace sulla sponda sinistra di una grande laguna. Visita al vecchio villaggio insabbiato dall’avanzare implacabile delle dune, le “torri di sabbia”, uno squarcio di deserto che si addentra nel sertaõ. Pranzo libero in ristorante locale. Nel pomeriggio si procede lungo la spiaggia con guado sul fiume Coreau. Sosta al mercato del villaggio di pescatori di Camocim e proseguimento per la cittadina di Parnaiba nello Stato limitrofo del Piauì da dove, con una imbarcazione a motore si naviga sulle acque del Delta do Rio Parnaiba fino all’isola das Canárias. Incastonata tra piccoli, tipici, villaggi di pescatori l’isola das Canárias, è il punto di appoggio ideale per chi vuole apprezzare l’atmosfera unica di questo splendido ecosistema. Il Delta del Rio Parnaiba è uno dei grandi santuari ecologici del Nord-Est brasiliano, un labirinto di canali (igarapès) che delimitano più di 80 isole semiselvagge, boschi di mangrovie, dune e lagune. Il delta costituisce una rarità idrografica, essendo uno dei pochi al mondo affacciati su un oceano, e per questo motivo è denominato, con una certa enfasi, “Delta das Americas”. Cena libera tipica a base di pesce e crostacei. Pernottamento in pousada. N.B. Possibilità di partecipare a un safari notturno su silenziose piroghe spinte a remi sulle acque misteriose del Delta, per osservare gli occhi luminosi degli alligatori (jacarés) e delle iguane nascoste tra la fitta vegetazione.

 

7° giorno / Delta del Rio Parnaiba – Tutoia

Giornata dedicata alla navigazione su tipiche imbarcazioni fluviali tra i meandri in cui si snodano i diversi rami del Delta del Rio Parnaiba alla scoperta delle isole più caratteristiche, in un’area resa semi-salata dalle maree e pullulante di granchi, la principale fonte di reddito delle comunità locali, dove cordoni di bianchissime dune costiere si estendono tra il blu dell’oceano e il verde lussureggiante della foresta, e alla ricerca della ricca e variopinta fauna locale: uccelli (tra cui i bellissimi guaràs dalle piume rosso fuoco), iguana, serpenti, scimmie urlatrici e alligatori. Pesca dei piranhas (quando possibile) e brevi escursioni sulle isole. Pranzo libero in ristorante di pescatori. Tramonto sulle acque del Delta. Arrivo a Tutoia, porto di pescatori nello stato del Maranhao. Cena libera. Pernottamento in pousada.

 

8° giorno / Tutoia – Rio Novo – Caburè – Atins

Dopo la prima colazione partenza Rio Novo, porta d’ingresso dei Piccoli Lençois, un’infinità di dune e lagune che precedono e annunciano il Parque Nacional dos Lençois Maranhenses. Si costeggiamo le selvagge spiagge del mare del Maranhao fino ad arrivare a Caburè, striscia di terra racchiusa tra il mare e le rive del fiume Preguiça. Bagni, relax e pranzo libero in ristorante locale. Nel pomeriggio trasferimento in motoscafo, attraverso la foce del Rio Preguiça, per il villaggio di Atins, porta d’ingresso al Parque Nacional dos Lençois Maranhenses. Disteso su di un’area di 155.000 ettari quadrati, il Parco é formato da migliaia di dune intercalate da altrettante lagune di acque cristalline, che si riempiono nella stagione delle piogge (da gennaio a maggio) e si seccano lentamente nei mesi estivi (da ottobre a dicembre). È un ecosistema magnifico, creato da una complessa interazione di circostanze climatiche e morfologiche. Un paesaggio in continuo movimento, modellato da acqua e vento, un panorama incantevole. Ai margini del deserto si estende la zona chiamata “mata” di spessa vegetazione tropicale, dove vivono sparpagliati i “caboclos”, popolazione nativa che si dedica all’agricoltura di sussistenza e ad una pesca rudimentale. Poiché il vento e le correnti marine muovono di continuo le alte dune di sabbia, inghiottendo le loro semplici capanne di paglia, da secoli questi pescatori sono costretti a spostarsi ogni sei mesi, seguendo i movimenti delle dune. Passeggiata tra le viuzze di sabbia di Atins, denominato la “Nuova Jericoacoara”, per la tipica bellezza dell’architettura nativa e per la sua atmosfera ancora naturale. Cena libera. Pernottamento in pousada

 

9° giorno / Atins – Punta do Mangue – Canto de Atins – Atins

 Dopo la prima colazione partenza in fuoristrada per Punta do Mangue, la prima oasi del. Camminata tra le dune e le lagune che circondano Punta do Mangue, dove una pacata comunità di nativi vive secondo ritmi, tecniche e rituali ancestrali. Trasferimento a Canto de Atins per il pranzo libero da Lucia, la cucina dei pescatori del Maranhao. Nel pomeriggio, dopo una meritata “siesta”, ci si addentra tra le grandi dune per raggiungere la Lagoa das Mulheres, una delle più spettacolari lagune del Parque Nacional dos Lençois Maranhenses. Camminata tra dune e lagune, bagni e relax. Attesa del tramonto sulle dune di Canto de Atins prima di rientrare ad Atins. Cena libera. Pernottamento in Pousada.

 

 10° giorno / Atins – Mandacaru – estuario del Rio Preguiça – Barreirinhas

 Escursione in “vodaidera”, la lancia a motore, nel labirinto degli “igarapes”, gli stretti canali dell’estuario del Rio Preguiça (pigrizia), tra spiagge, dune di sabbia gialla e foreste di mangrovie. Pranzo libero dai pescatori a base di “camurin”, squisito pesce locale alla brace. Visita al faro di Mandacaru che offre una splendida vista panoramica sui Lençois; e a una fazenda fluviale con la tipica “casa de farinha”, la tettoia sotto cui si prepara la farina di manioca. Arrivo a Barreirinhas. Cena libera e pernottamento in pousada. N.B. Da Barreirinhas è possibile effettuare un volo opzionale (da pagare in loco, circa 120 euro) con un piccolo aereo per sorvolare il Parco Nazionale dei Lençois Maranhenses: dall’alto la veduta del Parco con le sue delicate geometrie è uno spettacolo indimenticabile. In portoghese “lençóis” significa “lenzuola”. Ed è proprio l’immagine dall’alto di questa distesa infinita di dune, che si dispiegano simili a bianche lenzuola sui colori circostanti, ad averne ispirato la denominazione.

 

11° giorno / Barreirinhas – Lagoa Azul – Lagoa Bonita – Barreirinhas

Al mattino con le nostre fuoristrada ci dirigiamo verso il Parco Nazionale dei Lençois Maranhenses. Raggiunta la lagoa Azul ci concediamo un salutare bagno e una piacevole camminata tra le dune. Pranzo libero in ristorante di pescatori. Nel pomeriggio proseguiamo in 4x4 tra le piste sabbiose fino a raggiungere la lagoa Bonita con la luce di un indimenticabile tramonto. Ritorno a Barreirinhas. Cena libera. Pernottamento in pousada.

 

12° giorno / Barreirinhas – Santo Amaro – Betania

Partenza in 4x4 per la cittadina di Santo Amaro. Pranzo libero in ristorante locale. Nel pomeriggio off-road tra le dune e le lagune più affascinanti del lato nordovest del Parco Nazionale dei Lençois Maranhenses: lagoa das Cabras e lagoa do Murici. Si raggiunge la comunità nativos di Betania sulle sponde del Rio Alegre, le cui acque scure, tanniniche, delimitano il confine sud-est del parco. Passeggiata e tramonto tra dune e lagune. Cena libera e pernottamento (in amaca) in casa di nativi (N.B. Le amache sono posizionate sotto una tettoia nel cortile della casa. La casa è provvista di semplici servizi igienici. Per quanto riguarda la possibilità di lavarsi, oltre al bagno nel fiume dalle acque purissime, sono disponibili abbondanti secchi di acqua dolce).

 

13° giorno / Betania – Espigao – Lagoa das Andorinhas – Santo Amaro

Ultimo giorno tra le “bianche lenzuola” dei Lençois Maranhenses. Dopo la prima colazione camminata sul crinale di dune che divide il Rio Alegre dai Grandi Lençois. Partenza in 4x4 per Espigao, ultimo avamposto nativos, e visita al Rancho di Seu Almir. Pranzo libero in casa di nativi. Nel pomeriggio escursione alla lagoa das Andorinhas, dove si trovano le più belle lagune del Parco. Bagni nelle acque cristalline, relax e tramonto tra le dune bianchissime. Ritorno a Santo Amaro. Cena libera. Pernottamento in pousada.

 

14° giorno / Santo Amaro – Sâo Luis do Maranhão

Dopo la prima colazione partenza in 4x4 fino alla strada asfaltata. Si prosegue poi in minibus per Sâo Luis do Maranhão. Fondata dai Francesi nel XVII secolo, occupata per un breve periodo dagli Olandesi prima di cadere sotto il dominio portoghese, São Luis ha conservato nel corso del tempo la sua pianta topografica originaria ed è il più grande ed omogeneo complesso architettonico portoghese del Sudamerica. Per la bellezza dei suoi edifici dalle facciate decorate di “azulejos”, le piastrelle di maiolica di tradizione portoghese, São Luis è sotto la tutela dell’Unesco. Denominata la “Jamaica brasileira” è la patria del reggae brasiliano, frutto della cultura locale di ispirazione africana, con varianti etniche che la differenziano da quella afro-brasileira di Salvador de Bahia. Culla del “Bumba meu boi”, la manifestazione folcloristica che ha luogo nel mese di giugno, tra le più spettacolari ed originali di tutto il Brasile. Pomeriggio dedicato alla visita del centro storico. Pasti liberi. Pernottamento in hotel.

 

15° giorno / Sâo Luis do Maranhão – San Paolo

Mattinata dedicata al centro storico di Sâo Luis do Maranhão: il Museo Casa do Maranhão, la Casa do Nozinho con ampia sezione dedicata alla saga del Bumba Boi, il mercato dell’artigianato locale. Nel primo pomeriggio trasferimento in aeroporto e imbarco sul volo di linea per San Paolo. Proseguimento in serata con volo di linea per l’Italia via scalo intermedio. Pasti liberi. Pernottamento a bordo. 16° giorno / San Paolo – Italia Arrivo in Italia nel pomeriggio.

 

 

LE QUOTE INCLUDONO: 

Accoglienza e trasferimenti aeroporto/hotel e viceversa, tutti i pernottamenti in “pousadas” con trattamento di prima colazione eccetto un pernottamento in amaca in casa di nativi, trasporto con automezzi fuoristrada e imbarcazioni, guida locale in italiano a partire da un minimo di 6 partecipanti, l’assicurazione come specificato, gli ingressi ai parchi e ai siti, dossier culturale.

 

LE QUOTE NON INCLUDONO

Tutti i voli, tutti i pasti, le bevande, le escursioni opzionali non incluse (il volo panoramico da Barrerinhas), le mance, gli extra personali, tutto quanto non specificato.

 

N.B.  Il viaggio suddetto è a titolo di puro esempio. Dà un’idea di prezzi, località, attrazioni ed esperienze tipici della destinazione, che possono essere inclusi in tutto o in parte nella programmazione dei vari Tour Operator. Potrebbe essere effettuato solo in alcuni periodi dell’anno, in funzione di stagionalità climatiche e situazione socio-politica della destinazione

 


Prezzo indicativo a partire da 2.760 € A PERSONA
Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK